Torna a Caserta la truffa dello specchietto ma con la variante “a piedi”. La segnalazione dei cittadini

glp-auto-700x150
sancarlo
previous arrow
next arrow

Come ormai è ben noto la truffa dello specchietto è uno degli inganni più diffusi in Italia negli ultimi anni, tutti gli automobilisti possono caderne vittima. Si tratta di un vero e proprio furto che coinvolge migliaia di persone ogni anno, senza distinzione tra città e provincia, Nord e Sud.

Nel tempo è divenuta molto nota, al punto che in molti hanno imparato a riconoscerla e ad evitarla, o comunque a difendersi. Gli “esperti”, se vogliamo, della truffa hanno condiviso le loro conoscenze in modo da aiutare le categorie più esposte, ovvero i giovani e in generale i neopatentati, gli anziani e le donne. Sono queste le persone più bersagliati dai truffatori, che fanno leva sia sul lato emotivo sia sul non voler perdere troppo tempo.

lisandro
lapagliara
SanCarlo50
previous arrow
next arrow

Nemmeno la città di Caserta è stata risparmiata dal fenomeno e negli ultimi anni sono state numerose le segnalazioni di colpi andati a segno o accidentalmente sventati. Ed è proprio di questi giorni la notizia sui social di una “variante” della truffa.

Sul gruppo Facebook di cittadinanza attiva Ciò che vedo in Città la segnalazione di almeno 3 episodi avvenuti nella città capoluogo.

Stanno girando 3 persone, sono 3 uomini, si muovono insieme o anche da soli – riporta uno degli utenti del gruppo – com’è prassi ovviamente fingono di essere urtati dalle auto mentre camminano e a quel punto chiedono soldi (anche pochi) per oggetti che sarebbero stati danneggiati nell’urto (tipo occhiali o altro)“.

Io stesso li ho beccati una volta in via Sud Piazza D’Armi e anche in via San Gennaro – continua il cittadino – lo hanno fatto proprio davanti a me, all’inizio non avevo capito si trattasse di una truffa fin quando non li ho visti operare una seconda volta. Avvicinano una persona anziana, oppure qualcuno che è distratto“.

A quanto pare la dinamica è molto semplice: questi personaggi camminano lì dove non ci sono marciapiedi, mentre si è alla guida, nel momento in cui gli si passa accanto si viene urtati fingendo di essere stati colpiti dallo specchietto. La persona coinvolta si ferma preoccupata e a quel punto affermano che si è rotto qualcosa chiedendo soldi in cambio.

“Vi prego di avvisare i nostri concittadini di stare molto attenti e con gli occhi aperti”, conclude la segnalazione.