Torna in Campania Pronto Diabete: campagna di prevenzione delle complicanze cardiorenali anche a Caserta

Torna in Campania Pronto Diabete: campagna di prevenzione delle complicanze cardiorenali anche a Caserta
SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Pronto Diabete: dal 10 al 28 giugno consulenze specialistiche gratuite e screening diagnostici per la prevenzione e la valutazione del rischio renale presso le farmacie che su base volontaria decideranno di aderire all’iniziativa

La campagna ha l’obiettivo di promuovere la salute, tenere sotto controllo il Diabete Mellito di Tipo 2 e prevenire le sue complicanze cardiorenali incentivando la diagnosi precoce.
In Campania sono ben 14 i centri specializzati dove svolgere le consulenze, nelle province di Avellino, Caserta, Napoli e Salerno.

Attivo il numero verde per le prenotazioni 800 042747 e info sul sito www.prontoDiabete.it

glp-auto-336x280
lisandro

Quasi 4 milioni gli italiani colpiti da Diabete Mellito di tipo 2 e oltre un milione non sa di averlo. Scompenso cardiaco e malattia renale cronica sono le principali complicanze del Diabete Mellito di Tipo 2: la prevenzione e i controlli specialistici sono necessari per prevenire le comorbidità.

L’iniziativa, patrocinata dalla Società Italiana di Diabetologia (SID) e dall’Associazione Medici Diabetologi (AMD), con l’adesione di Diabete Italia e Sistema Farmacia Italia e in partnership con AstraZeneca intende sensibilizzare i circa 4 milioni di pazienti con Diabete di Tipo 2 in Italia sull’importanza di tenere sotto controllo la propria patologia nell’ottica di migliorare la sua gestione, promuovere una corretta informazione ed educazione del paziente e prevenire l’insorgenza delle complicanze renali e cardiovascolari incentivandone una diagnosi precoce.

In questo contesto, l’iniziativa nel mese di giugno fornisce la possibilità ai pazienti con Diabete Mellito di Tipo 2 di recarsi presso le farmacie di comunità che su base volontaria hanno deciso di aderire all’iniziativa, dove possono ricevere screening diagnostici per la prevenzione e valutazione del rischio renale.

“Il Diabete di Tipo 2 è tra le patologie a più elevato impatto economico e sociale: in Italia, si stima siano quasi 4 milioni i pazienti diagnosticati cui si aggiunge un sommerso di oltre un milione di persone che non sanno di averlo e altri 4 milioni che rischiano di svilupparlo” fa notare il dott. Giuseppe Memoli responsabile Centro Antidiabete San Luca di Ariano Irpino (AV).

Particolare attenzione va dedicata alle complicanze cardiovascolari e renali del diabete che impattano fortemente sulla qualità di vita, basti pensare che lo scompenso cardiaco è la prima causa di ospedalizzazione per le persone con diabete in Italia e che l’insufficienza renale, ovvero nefropatia diabetica, colpisce il 40% dei pazienti”.

Nel mondo il 70% delle morti sono causate da patologie croniche e, in Italia, nel 2021 circa 24 milioni di abitanti avevano almeno una patologia cronica, numero che continuerà ad aumentare nei prossimi anni. Il Diabete, con le sue complicanze cardio-renali, rientra tra le cronicità più diffuse, pertanto è importante identificare, diagnosticare e quindi trattare i pazienti nella maniera più tempestiva ed efficace.

Infatti, a supporto di un approccio preventivo e sempre più precoce nel paziente con il diabete di tipo 2, aumentano le evidenze scientifiche, anche con dati di real world, che confermano i benefici dell’uso precoce di terapie innovative per prevenire e ritardare il progredire delle complicanze renali nei pazienti diabetici.

La campagna intende altresì informare pazienti e opinione pubblica sull’attuale approccio nella gestione del Diabete Mellito di Tipo 2 che, in aggiunta alla cura della malattia conclamata, mira anche alla prevenzione delle sue complicanze, promuovendo anche l’educazione e l’empowerment di pazienti e caregiver.

“Accogliamo con entusiasmo iniziative come Pronto Diabete che rappresentano un’importante occasione per aumentare la consapevolezza e promuovere una corretta informazione sul Diabete di Tipo 2, e offrono un supporto concreto ai pazienti nell’ottica di prevenire o diagnosticare in maniera tempestiva le complicanze cardiorenali di una patologia fortemente impattante sulla loro qualità di vita.

Le persone con Diabete di Tipo 2 molto spesso tendono a minimizzare la propria patologia non sottoponendosi a controlli periodici e sottovalutandone le possibili complicanze cardiovascolari e renali” dichiara l’Ing. Stefano Nervo, Presidente di Diabete Italia.

Una gestione multidisciplinare e integrata, che coinvolga medicina del territorio, specialisti, farmacie di comunità e Associazioni di pazienti, è fondamentale nell’ottica di migliorare la gestione della malattia e la qualità di vita dei pazienti.