Tragedia familiare nel casertano: uccide moglie e figlio, poi si toglie la vita

Immagine di repertorio

Teano (Caserta) – Tre cadaveri sono stati trovati nella serata di giovedì dai carabinieri di Capua all’interno di un’azienda agricola in località Taverna Zarone, zona di campagna alla periferia di Teano. A segnalare l’allarme poco prima era stato un cittadino rumeno che passava da quelle parti ed aveva udito alcuni colpi d’arma da fuoco.

Quando gli uomini delle forze dell’ordine sono giunti sul posto si sono trovati davanti ad una scena drammatica, che ha segnato l’improvvisa fine di una famiglia. Distesi al suolo c’erano i corpi senza vita di Franco Fioretti, 72 anni, di sua moglie Angela e del figlio della coppia, Felice, di 44 anni.

Su tutti e tre i cadaveri i segni evidenti dei colpi di un’arma da fuoco, con tutta probabilità un fucile da caccia.

Immediate sono scattate le indagini e nel tentativo di risalire alla dinamica della strage tutte le ipotesi sono state vagliate. Da una prima ricostruzione si tratterebbe dell’ennesimo caso di omicidio-suicidio: il capofamiglia Franco, per motivi ancora tutti da chiarire, avrebbe imbracciato il fucile uccidendo il figlio e la moglie. Poi avrebbe puntato l’arma (che è stata ritrovata al suo fianco) contro se stesso, togliendosi la vita.

AGGIORNAMENTO 23/06

Con il passare delle ore e il progredire delle indagini è ormai certo che sis ia trattato di un caso di omicidio-suicidio. Franco Fioretti avrebbe prima ucciso il figlio felice e poi la moglie Angela, intervenuta probabilmente per interrompere la lite. Sembra infatti che alla base della tragedia ci sia stato un forte disaccordo tra padre e figlio sulla gestione dell’azienda agricola di famiglia.