Tragedia sull’A1, proclamato il lutto cittadino nel giorno dei funerali di Michele e Marcello

Caiazzo (Caserta) – Quella del 31 agosto sarà una giornata particolarmente triste per la cittadina di Caiazzo, scossa dalla tragedia che ha spezzato le vite di Michele Melillo e di suo figlio Marcello, di soli 10 anni. Il sindaco di Caiazzo Stefano Giaquinto ha emanato un’ordinanza con la quale si proclama il lutto cittadino per la data in cui si tengono i funerali dei due (fissati venerdì 31 alle ore 15 nella chiesa di San Francesco). Un atto doveroso che esprime “il cordoglio dell’amministrazione comunale e dell’intera cittadinanza di Caiazzo, rappresentando alla signora Esther Ponsillo, ai cari e ai parenti la vicinanza e il dolore per la scomparsa degli amatissimi Michele e Marcello”.

Padre e figlio sono scomparsi in seguito ad un tremendo incidente stradale avvenuto sull’autostrada A1, nel tratto compreso tra Orvieto e Fabro. I due erano in auto insieme a Esther, madre del bimbo e moglie di Michele, quando sono rimasti coinvolti in un violentissimo impatto con un tir, dovuto a quanto pare ad una distrazione da parte dell’autista del mezzo pesante. L’auto della famiglia, partita da Caiazzo per una visita medica cui doveva sottoporsi il piccolo Marcello, si è schiantata contro la barriera jersey e poco dopo ha preso fuoco trasformandosi in una trappola mortale per i tre: solo Esther è riuscita, con l’aiuto degli agenti della Polstrada, ad uscire dal veicolo in tempo mentre padre e figlio sono stati meno fortunati.

A Caiazzo la bandiera del Municipio sventolerà a mezz’asta per tutta la giornata del 31 agosto, sarà vietata ogni iniziativa ludica e durante le esequie tutti i negozi resteranno con le serrande abbassate in segno di rispetto per quella giovane famiglia colpita improvvisamente da una tragedia immane.