Trentola Ducenta, i Carabinieri scovano un arsenale di armi clandestine

Carabinieri scovano un arsenale di armi clandestine

Scattano le manette per un 39enne del posto gravemente indiziato di avere
minacciato un cittadino extracomunitario per questioni economiche mediante
l’utilizzo di armi.

Un fucile modificato a canne mozze marca BENELLI risultato rubato e 4
pistole clandestine (prive di matricola o mai censite): una semiautomatica
J.P. SAUER & SOHN.SUHL cal. 7.65; una semiautomatica BROWNING cal.7,65;  una
semiautomatica BERETTA CAL.6,35; un revolver priva di marca e matricola,
oltre a numerose cartucce di vario calibro.

E’ questo l’arsenale scovato e sequestrato dai Carabinieri della locale
Stazione in casa di R.S., trentanovenne residente a Trentola Ducenta. L’uomo
è stato incastrato grazie all’immediata attività info-operativa condotta dai
Carabinieri di Trentola Ducenta sul territorio che, conseguentemente ad una
denuncia querela per minaccia grave e percosse sporta presso i Carabinieri
di S. Marcellino da un cittadino extracomunitario a carico dell’indagato,
hanno fatto irruzione presso l’abitazione di quest’ultimo eseguendo una
accurata perquisizione alla ricerca di armi all’esito della quale
rinvenivano l’armamento illegalmente detenuto.

L’uomo, che non ha saputo giustificare il possesso delle armi, è stato
ristretto in regime di custodia precautelare presso la propria residenza in
attesa dell’interrogatorio di convalida da parte del GIP a cui dovrà invece
rispondere delle accuse di detenzione di armi clandestine e ricettazione.

Le armi in sequestro saranno successivamente inviate ai laboratori del RIS
per le comparazioni balistiche finalizzate a stabilirne l’eventuale utilizzo
in precedenti eventi delittuosi.