Truffa ai danni di un’anziana, due napoletani arrestati dalla Polizia di Stato di Caserta

glp-auto-700x150
sancarlo
previous arrow
next arrow

La Polizia di Stato di Caserta ha denunciato due cittadini residenti in provincia di Napoli, poiché ritenuti responsabili di truffa aggravata commessa ai danni di una donna di 80 anni residente in Provincia di Perugia.

Nel corso di un controllo effettuato da una pattuglia della Polizia Stradale ad un veicolo occupato da due persone sull’A1 in direzione di Napoli, nei pressi dell’area di servizio “San Nicola”, è stata rinvenuta una sacca con circa 7000 Euro in contanti.

glp-auto-336x280
lisandro
SanCarlo50
previous arrow
next arrow

L’esitazione circa la provenienza del denaro ha spinto i poliziotti ad avviare le indagini, accertando che i due soggetti avevano “truffato” qualche ora prima la donna, residente in un comune della provincia di Perugia.

La vittima, rintracciata grazie alla collaborazione dei militari della Stazione dei Carabinieri di Città di Castello (PG), ha fornito le indicazioni utili per l’individuazione dei truffatori, specificando anche le modalità con cui era stata raggirata. Ingannata telefonicamente da uno sconosciuto che, presentatosi come “maresciallo”, le aveva riferito del coinvolgimento del figlio in un incidente stradale, aveva consegnato denaro contante ad un soggetto spacciatosi per Carabiniere, a titolo di cauzione per il rilascio del figlio.

Dopo il riconoscimento da parte della vittima di uno dei fermati, i due sono stati denunciati per il reato di truffa aggravata in concorso. La somma di denaro è stata sequestrata per la successiva restituzione alla vittima.