Tunisino vicino al terrorismo islamico scovato nel casertano ed espulso dall’Italia

Provincia di Caserta – Un potenziale attentatore è stato rintracciato in provincia di Caserta ed espulso dal territorio nazionale per contiguità ad ambienti dell’estremismo islamico. L’uomo è un 32enne tunisino, già ricercato in patria per appartenenza ad un’associazione terroristica, e che era stato segnalato alle autorità nell’ottobre 2017 in quanto membro di un gruppo di salafiti che dalle coste africane hanno raggiunto l’Europa.

Dopo essere stato individuato nel casertano, il 32enne è stato trattenuto per un periodo nel Centro di permanenza per il rimpatrio di Brindisi, dove ha tentato di organizzare, per fortuna senza riuscirci, un’evasione di massa sventata dal personale deputato alla sicurezza della struttura. L’uomo è stato poi raggiunto dal provvedimento di espulsione emanato dal Prefetto di Caserta ed è stato obbligato a tornare in Tunisia con un volo da Palermo ad Hammamet.