UDS, gli studenti della Campania in piazza contro la guerra e le mafie e per il diritto allo studio

Immagine pagina facebook Uds Napoli
SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

“100mila studentesse e studenti da tutta la Campania per denunciare le carenze della regione Campania in tema di diritto allo studio, parallelamente ad una risposta che è solo repressiva. Le carceri, gli arresti, le volanti per le strade non ci fanno sentire sicure e sicuri: vogliamo giustizia sociale e il completo disarmo” dichiara Sara dell’UdS Campania.

Abbiamo esposto uno striscione sotto la Questura di Napoli che recita “i moschilli non si schiacciano verità e giustizia per Davide Bifolco  Luigi Caiafa e Ugo russo”, ragazzi uccisi dal securitarismo sfrenato. Contro la militarizzazione delle città e dei territori abbiamo esposto le nostre rivendicazioni sotto la sede centrale dell’Università Federico II.

glp-auto-336x280
lisandro

Le armi, come le guerre non sono una soluzione possibile, né in Italia, né nel resto del mondo. Siamo arrivati a Piazza Plebiscito, dove si è svolta la lettura dei nomi delle vittime innocenti. L’impegno non finisce qui, oggi abbiamo attraversato le strade di Napoli sentendoci più sicure e sicuri, ma continueremo a farlo in ogni scuola e in ogni città.