Un bosco dedicato alle vittime del Covid, 73 ad Aversa. La proposta dell’Assessore all’Ambiente

La proposta viene da Elena Caterino, Assessore al Verde Pubblico del comune di Aversa. Uno spazio pensato per commemorare chi non c’è più a causa del virus che tutti conosciamo, una proposta che ha ottenuto il parere favorevole dell’esecutivo.

Il bosco della memoria dedicato alle vittime del Covid-19″ sarà inaugurato presso l’area verde del parco “Salvino Arturo Pozzi” in via Roma, in cui recentemente sono stati messi a dimora ben 20 giovani esemplari di cipressi che oltre a commemorare e ricordare degnamente tutte le vittime del Covid potranno altresì simboleggiare, con la loro crescita e la loro longevità, una città longeva.

La volontà dell’amministrazione comunale – dichiara l’assessore –  è quella di lasciare una traccia visiva e simbolica dell’immane tragedia che ha colpito l’intera umanità.

L’emergenza legata alla diffusione del Covid-19 ha segnato una tragedia senza precedenti nella storia della Repubblica Italiana che sino ad oggi ha mietuto in Italia oltre 112.000 morti e che continua a imperversare.

Il prezzo di vite umane pagato dalla comunità aversana è stato altissimo, con 73 morti accertati dall’inizio della pandemia ad oggi”.