Un convegno storico all’Aeronautica militare per celebrare il centenario in Italia

Si è tenuto a Caserta il secondo di una serie di incontri finalizzati a far conoscere la storia e il ruolo della Forza Armata. L’iniziativa rientra tra le attività propedeutiche ai festeggiamenti per il Centenario dell’Arma Azzurra.

L’Auditorium della Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare di Caserta ha ospitato, nella mattinata del 24 febbraio, il convegno “La dimensione verticale: dall’esplorazione alla Regia Aeronautica”, organizzato dall’Associazione Arma Aeronautica — Aviatori d’Italia.

«La tappa casertana del progetto dell’Associazione Arma Aeronautica ha unito storia, attualità e futuro, sottolineando l’apporto che l’Aeronautica Militare ha fornito e fornisce alla difesa degli interessi nazionali e della serena convivenza e operosità di tutti i cittadini italiani e di quelli dei Paesi aderenti alla NATO», ha spiegato il Generale Ispettore Capo Nazzareno Cardinali, presidente della Sezione Roma 2 “Luigi Broglio”, ideatrice del progetto, realizzato in cooperazione con il Centro Studi Militari Aeronautici (CESMA) dell’Associazione.

Il convegno, moderato dal Dott. Franco Tontoli, ha preso spunto dal lungo rapporto tra la città e la Scuola, come hanno evidenziato nel loro benvenuto il Comandante, Col. Roberto Impegno, e il consigliere delegato ai rapporti con le forze armate per la città di Caserta, Pasquale Antonucci, egli stesso proveniente dall’Aeronautica Militare.

L’avv. Alberto Zaza d’Aulisio, intervenuto sul tema “Terra di Lavoro culla dell’Aviazione e fucina di Aviatori, da Giovanni Agusta alla Regia Aeronautica” ha tracciato un percorso ideale di personaggi e mezzi nel contesto casertano o campano, dai primi esperimenti di volo sulla piazza d’armi di Caserta nel 1907 fino alle Frecce Tricolori.

Il prof. Gregory Alegi ha tratteggiato la figura del Gen. Giulio Douhet, studiato in tutto il mondo quale ideatore della dottrina del potere aereo, nato nel 1869 a pochi metri dalla Scuola, ricordando anche le sue dimensioni meno note di innovatore, artista e agricoltore. Molto interessante, in particolare per gli studenti intervenuti, la presentazione di Luigi Punzo della ditta TESI, specializzata in lavorazioni aeronautiche, che in poco più di trent’anni ha raggiunto ragguardevoli risultati in termini di fatturato e di impiego specialistico. Il Ten. Col. Prisco Racioppoli, infine, ha illustrato le opportunità di impiego che l’Aeronautica Militare offre ai giovani in numerose specializzazioni dagli elevati contenuti tecnologici: dalla ferma breve, ai corsi per controllori dello spazio aereo, operatori di bordo, meteorologia, manutenzione aeromobili, cibernetica, informatica e tanti altri settori di impiego.

La platea, composta soprattutto da giovani degli Istituti di Istruzione Secondaria Superiore della provincia Caserta, si è dimostrata estremamente attenta alle tematiche trattate.

Il Direttore del CESMA, Gen. Pietro Finocchio, al termine degli interventi, ha esortato gli studenti a scegliere la propria strada con consapevolezza ed impegno e contribuire, con le loro giovani energie, al progresso e sviluppo del nostro Paese. Il settore aerospaziale, civile o militare, è sicuramente una scommessa vincente.

Quello di Caserta è stato il secondo di una serie di 14 incontri in altrettante città italiane per ripercorrere i 100 anni dell’Aeronautica Militare e preparare il terreno alla celebrazione del centenario dell’Arma Azzurra che ricorrerà il 28 marzo 2023. Il terzo è previsto a Forlì il 23 marzo prossimo.

L’evento si è svolto nel rigoroso rispetto delle misure precauzionali imposte dall’emergenza sanitaria in atto.

Le riprese video saranno disponibili a breve sul sito https://100am.it/calendario-eventi/.