Casertana, un gol di Rocco e il Bisceglie espugna il Pinto 

Casertana - Bisceglie
Foto Giuseppe Scialla

Una brutta Casertana, si fa battere in casa dal Bisceglie e si vede costretta a rinviare la chiusura del discorso salvezza. Al Pinto passa il Bisceglie, che ha legittimato, nell’arco dei novanta minuti, la vittoria che gli consente di portare a casa tre punti vitali in chiave salvezza. Decide una rete di Rocco nel primo tempo, complice un’incertezza di Avella che ha regalato la sfera all’attaccante pugliese che da due passi non ha avuto difficoltà a depositare la sfera in rete. Un passo indietro per la formazione rossoblu, sul piano del gioco e dell’indensita’, che lascia sicuramente l’amaro in bocca al tecnico toscano.

Alla ricerca di tre punti per mettere in cassaforte la salvezza; alla ricerca di punti per rimanere aggrappati al treno salvezza. Casertana è Bisceglie si affrontano al Pinto con sensazioni diametralmente opposte: la formazione di Guidi ha la voglia di lanciare di blindare la salvezza e lanciare l’assalto ai playoff mentre quella di Papagni ha la necessità di portare a casa punti preziosi per non staccarsi dal gruppone di squadre che provano ad evitare i playout. In casa rossoblu Guidi si affida ai fedelissimi, con Rosso che prende il posto di Pacilli rispetto all’undici che domenica ha impattato a Vibo Valentia, mentre si rivede in panchina Castaldo ormai pronto a tornare protagonista in questa ultima fase della stagione. In casa Bisceglie, Papagni invece cambia molto: dentro Vitale, Zagaria, Makota e Rocco con l’obiettivo di provare ad ingabbiare i falchetti. Primo squillo della gara è di marca rossoblu: 9′ cross dalla sinistra di Matese e girata di testa di Cuppone su cui Spurio, con l’aiuto del palo, mette in angolo. La risposta del Bisceglie arriva al 14′ cross di Altobello, Vitale appostato sul secondo palo ha il tempo di controllare e battere a rete su cui si oppone Avella.

Al 20′, nel giro di sessanta secondi, è prima la Casertana e poi il Bisceglie a sfiorare la rete: prima è  Matese a provare la conclusione a rete, ma sulla respinta di Spurio nessuno è lesto a farsi trovare pronto per il tap-in vincente; sul capovolgimento di fronte è Rocco a sprecare la grande chance, facendosi deviare la conclusione da Buschiazzo in angolo. Al 24′ il Bisceglie trova la rete del vantaggio: pallone lavorato sulla destra da Makota che lascia partire un cross su cui Avella non è preciso nell’uscita, tanto da regalare la palla a Rocco che da due passi non sbaglia. Bisceglie che prende fiducia e al 32′ è Makota che dopo aver rubato palla a metà campo, si invola verso Avella ma la sua conclusione si perde alta sopra la traversa. Al 37′ Guidi è costretto a fare a meno di Del Grosso: problemi di natura fisica per l’ex Atalanta e al suo posto il tecnico toscano inserisce Polito. Dopo due minuti di recupero il direttore di gara manda le due squadre negli spogliatoi.

Al 46′ è la Casertana che si costruisce la prima palla gol della ripresa: azione di Turchetta sulla corsia di sinistra e palla centrale per Cuppone la cui conclusione da centro area si perde di poco a lato alla sinistra di Spurio. Al 51′ è Giron a chiamare alla risposta, con un calcio di punizione dal limite su cui il portiere rossoblu non si lascia sorprendere. Gara che vive a fiammate, Casertana che cerca il gol del pari, sprecato in almeno due occasioni con Cuppone e Matese, mentre il Bisceglie con la ricerca della profondità crea non pochi problemi alla retroguardia rossoblu, apparsa in palese difficoltà. Al 67′ mister Guidi si gioca anche la carta Pacilli, in luogo di Matese, passando di fatto ad 4-2-3-1 per aumentare il peso offensivo.  Al 76′ Bisceglie ancora una volta pericolosa: conclusione dalla lunga distanza di Musso e palla che tocca la parte alta della traversa e si perde sul fondo. All’89’ la Casertana trova la rete del pareggio, con Rosso, ma la posizione dell’attaccante rossoblu viene giudicata oltre la linea difensiva pugliese. È l’ultimo sussulto della gara, il forcing finale dei falchetti non produce gli effetti sperati. Festeggia il Bisceglie, per la Casertana è notte fonda.

CASERTANA – BISCEGLIE

CASERTANA (4-3-3): Avella; Hadziosmanovic, Buschiazzo (77′ Varesanovic), Carillo, Del Grosso (37′ Polito); Icardi, Santoro, Matese (66′ Pacilli); Rosso, Cuppone (77′ Matos) Turchetta (77′ Longo). A disp. Dekic, Zivkovic, De Sarlo, Castaldo, Ciriello, De Lucia, Rillo.  All. Guidi

BISCEGLIE (3-5-2): Spurio; Altobello, Priola, Vona; Zagaria (63′ Bassano), Romizi (86′ Gilli),  Maimone, Giron, Vitale (56′  De Marino); Rocco (56′ Musso), Makota (63′ Sartore). A disp. Russo, Barletta, Cecconi, Casella, Goffredo All. Papagni

Arbitro: Gabriele Scatena di Avezzano

Assistenti: Antonio Severino e Marco Carrelli di Campobasso

Quarto Ufficiale: Giuseppe Vingo di Pisa

Reti: 24′ Rocco (BI),

Ammoniti: 11’Icardi (CE), 35′ Giron (BI), 42′ Buschiazzo (CE), Polito (CE), 54′ Maimone (BI), 62′ Musso (BI)

Recupero: 1T 2′; 2T 4′