“Un nuovo venerdì” per Caserta: “Fridays for the future” organizza un aperitivo plastic-free in Villa Giaquinto

Ecosostenibilità è indubbiamente la parola d’ordine di questi mesi, in cui giovani da ogni angolo del mondo si sono radunati per manifestare in difesa del nostro pianeta e della sua inestimabile ricchezza, in nome della testimonianza della giovane Greta Thunberg, attivista svedese che ha dato una scossa alla Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici del 2018.

Anche i giovani casertani hanno percepito l’urgenza del cambiamento, in una società dove la plastica ha contaminato e inquinato senza remore i nostri spazi. La fondazione di un movimento come “Fridays for future”, da parte di un gruppo di ragazzi casertani, ha appunto come finalità il sostegno di un mondo ecosostenibile a 360°.

Il primo evento organizzato da “Fridays for the future” è stato dunque un aperitivo plastic-free, tenutosi a Villa Giaquinto il 26 aprile.

La scelta è ricaduta su questa tipologia di iniziativa soprattutto per la semplicità e il contesto accogliente dell’aperitivo, dove i partecipanti hanno avuto l’opportunità di esprimersi senza timore su un argomento così dibattuto come l’ambiente.

Il tutto rigorosamente accompagnato da bicchieri non di plastica, bensì di materiali compostabili, che vengono differenziati dal’umido e dunque ecologici.  Al di là della semplicità dell’evento in quanto aperitivo e del valore simbolico del plastic-free, l’obiettivo dell’assemblea successiva è stato soprattutto quello di sondare il terreno a livello casertano, per comprendere quanti ragazzi siano disposti a prendere parte attivamente al movimento e che credono fino in fondo nella questione ambientale.

Questo rappresenta solo il primo di una lunga serie di eventi che si propongono di preparare i giovani alla manifestazione globale per l’ambiente del 24 maggio, di certo più in grande perché unisce più persone possibili, a livello mondiale, con lo scopo di far sentire la voce dei giovani ai governi internazionali e con la speranza che questi ultimi finalmente attuino quei progetti politici ed economici disperatamente necessari alla salvaguardia del nostro pianeta.

Ovviamente il contributo di “Fridays for future” non termina con il 24 maggio, ma si propone di organizzare numerosi eventi successivi, informare il più dettagliatamente possibile sulla questione ambientale e raccogliere sempre più consensi per unire le forze in questa battaglia a tutela dell’ambiente.  Sensibilizzare le masse è la finalità da perseguire: istruire le generazioni future che prossimamente si occuperanno del problema ambientale affinché lo facciano insieme, e dimostrare alle generazioni che ora ci governano che non c’è più tempo per essere negligenti nei confronti del nostro pianeta.