Università delle Tre Età Caserta, Inaugurazione Anno Accademico 2018- 2019

Con il patrocinio del Comune di Caserta, mercoledì 7 novembre, nell’’Aula Magna dell’università della Campania Luigi Vanvitelli, si terrà l’inaugurazione dell’anno accademico 2018-2019 dell’Università delle Tre Età. L’atteso evento, che è al suo ventesimo anniversario, avverrà alla presenza delle autorità cittadine e dei direttori del Dipartimento di Matematica e Fisica Lucio Gialanella e del Dipartimento di Scienze Tecnologiche Prof. Antonio Fiorentino.

Sebbene non sia ancora stato diffuso nei minimi particolari il piano dei corsi programmati, alcune indiscrezioni trapelate danno per certo che il Professore Giovanni Villarossa, illuminato Direttore Scientifico dell’UNITRE casertana, ha preparato un impianto programmatico innovativo e di tutto rilievo che, passo dopo passo e per tutte le tematiche che si affronteranno, soddisferà pienamente la curiosità e il sapere dei molti soci iscritti al Sodalizio.

Come ha anticipato la presidente Aida Pavesio, l’anno accademico che sta per iniziare vedrà il consolidamento di un’esperienza ventennale con una prospettiva lungimirante e piena di emozioni che stupirà buona parte dei frequentatori. Si passerà
dall’informazione alla formazione, dalla promozione culturale a quella sociale che, percorrendo il corso della vita, dona a chi lo desidera socialità, democrazia, partecipazione e ricordo delle proprie radici.

Questa socializzazione tra persone che seguono analoghi obiettivi, oltre a rifocillare lo spirito e la sete della conoscenza, sviluppa in ognuno uno stile di vita che aiuta a star bene riducendo i divari dovuti a diversa età, cultura ed estrazione sociale.

Non dimentichiamo che il focus dell’Università delle Tre Età va inteso come volontà di rendere protagonista un’esperienza che valorizzi le potenziali ricchezze del volontariato, attivando risorse organizzative ed umane significative, rivolgendosi ai cittadini non solo della terza età, ma di ogni fascia di età, promuovendo la formazione e il dialogo intergenerazionale con una crescita civile e culturale generalizzata.