UDS Campania, oggi corteo studentesco ad Aversa per l’edilizia scolastica

Corteo studentesco
termotecnica-2023
termotecnica-2023
previous arrow
next arrow

Gli studenti e le studentesse del Liceo hanno deciso di scioperare con un corteo in città, oggi 26 marzo, a partire dalle 8:45 questa mattina per denunciare i problemi che l’anno prossimo la comunità scolastica si troverà a vivere a causa dei lavori che interesseranno l’edificio scolastico, e per interloquire con le Istituzioni in proposito affinché siano trovate delle soluzioni.

“Già da anni, e ancora più evidentemente adesso, i locali della nostra scuola non sono salubri e sicuri, mettendo in pericolo gli studenti” – dichiara Giulia, studentessa quindicenne del Cirillo. “Laboratori per svolgere discipline pratiche insufficienti, intonaco e laterizi che si staccano, allagamenti e muffe: sono solo alcuni dei problemi che siamo costretti a vivere ogni giorno.

lapagliara
GPL-AUTO
previous arrow
next arrow

La nostra scuola spesso è inaccessibili alle persone con disabilità motorie ed è evidente, infine, che manchino spazi collettivi, nei quali vivere momenti di socialità e partecipazione. Per questo abbiamo accolto con gioia la notizia dell’inizio dei lavori nella nostra scuola. Ma la quotidianità che ci si presenta per la fine di questo anno scolastico e per il prossimo è estremamente critica”.

“A metà dello scorso febbraio ci è stata data la notizia che nella nostra scuola sarebbero iniziati i lavori. Alla totale incertezza iniziale rispetto a come avremmo continuato a vivere la nostra vita a scuola sono seguite prospettive non adeguate a ritmi di vita e di studio consoni e salubri: didattica a distanza e doppi turni. ” – continua Mike del Collettivo Studentesco Cirillo

“La risposta della comunità scolastica è stata tempestiva e compatta: studenti, docenti, genitori e consiglio di istituto vogliono l’attenzione della provincia per risolvere la situazione al più presto. Per questo come studenti siamo in piazza: A SCUOLA SÌ, MA NON COSÌ”.

“Crediamo che le lezioni e lo studio non siano la mera somministrazione di nozioni.” – conclude Luigi Di Foggia, rappresentante degli studenti al liceo Cirillo di Aversa – “la scuola deve essere un luogo di cultura, di socialità, di comunità: la didattica a distanza già durante il COVID si è riprovata dannosa per la qualita della nostra formazione e per il nostro benessere psicologico.

Crediamo anche che come studenti abbiamo diritto a dei tempi di studio e di vita che ci permettano di fare attività culturali anche al di fuori delle mura scolastiche. Sarebbe impossibile farlo con periodi prolungati di lezioni nel pomeriggio. Vogliamo partecipare attivamente a trovare la migliore soluzione possibile: che la provincia ci ascolti”.

Lo scopo degli studenti è chiaro: ottenere un momento di consultazione della componente studentesca.