Vaccini somministrati, brava la Campania: poco dopo ferragosto raggiungerà l’immunità di gregge

Immunità di gregge

A quanto pare il presidente della Regione Vincenzo De Luca non fa solo propaganda quando nei suoi aggiornamenti settimanali riferisce che la regione Campania è ai primi posti nel programma di immunizzazione.

Secondo un approfondimento della rubrica L’Economia del Corriere della Sera e su dati comunicati dalle Regioni alla struttura commissariale la Campania, insieme ad Abruzzo, Lombardia, Puglia, Molise e Lazio sono le regioni che in tabella di marcia procedono più velocemente nelle somministrazioni e addirittura potrebbe già il 20 agosto, undici giorni prima della media nazionale del 31 agosto, vaccinare il 70% dei cittadini.

Abruzzo e Lombardia il 24 agosto, la Puglia il 26 agosto, il Molise il 29 agosto, il Lazio il 30. Le altre regioni finiranno invece a settembre, con qualche  ritardo rispetto alla media.

Non si sta ovviamente facendo una classifica dei più bravi, ogni territorio sta dando il massimo così come dimostra la richiesta del Commissario Figliuolo di aumentare le inoculazioni, con 550mila punture quotidiane: 50mila in più del precedente obiettivo.

Da qui anche l’ultimo appello di De Luca ai cittadini campani. Al momento la Campania ha superato la soglia dei 3milioni e 700mila vaccinati, ma la fascia dei no vax, degli indecisi, dei timorosi è ancora alta.

La Campania è impegnata in uno sforzo straordinario -dice De Luca – per garantire un’estate sicura a tutti, e poi l’inizio del prossimo anno scolastico in serenità”.

“Dobbiamo fare un ulteriore scatto per vaccinare più cittadini possibile. Faccio appello a quella piccola quota parte che non ha ancora aderito alla campagna vaccinale. Con un altro piccolo sforzo raggiungeremo l’obiettivo di immunizzare tutti nel più breve tempo possibile”.