Vairano Patenora, i Carabinieri della Forestale sequestrano azienda zootecnica per costruzione opere abusive

Militari appartenenti alla Stazione Carabinieri Forestale di Vairano Patenora (CE), si sono portati presso un allevamento zootecnico, sito alla località “Verdesca” del comune di Vairano Patenora (CE), unitamente Responsabile del locale Ufficio Tecnico Comunale, accertando che erano in corso di realizzazione le seguenti opere:

fondazione di un muro di sostegno in cemento armato con la fuoriuscita di tondini di ferro della larghezza di mt. circa 0,85 e della lunghezza di metri 46,30 circa, realizzato al confine di un terrapieno per il contenimento dello stesso;
nr. 2 muretti in cemento armato dalla lunghezza ciascuno di mt circa 47,30 di altezza media 0,70 mt circa e dalla larghezza di mt circa 0,20;
sbancamento dalle dimensioni di circa mt 12,00 per mt 10,00 circa con altezza media di mt 0,70 circa.

Interventi di sbancamento e di livellamento che avevano interessato una superficie complessiva di mq. 4.500 circa per di altezza media di mt 2,50 circa.
Le predette opere sono risultate realizzate in assenza di permesso a costruire e di autorizzazione sismica.

I militari hanno proceduto immediatamente al sequestro preventivo d’iniziativa di quanto descritto, in quanto vi erano ragioni d’urgenza e per impedire che il reato venisse portato ad ulteriori conseguenze, procedendo a deferire all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà il legale rappresentante della società che gestisce l’allevamento zootecnico in argomento, per le seguenti fattispecie di reato:

violazione urbanistico-edilizia per aver dato corso all’esecuzione delle opere in assenza del prescritto permesso di costruire;
violazione della normativa disciplinante le opere in cemento armato per aver iniziato l’esecuzione delle stesse in assenza di un progetto esecutivo ed in assenza di denuncia dei lavori allo sportello unico dell’edilizia ed in assenza della direzione dei lavori da parte di un tecnico competente;

violazione della normativa sismica per aver iniziato l’esecuzione delle opere strutturali senza la preventiva autorizzazione sismica rilasciata dal competente Genio Civile.

Loading...