Vende il rene su Facebook, un uomo di Recale (Caserta) si mette all’asta per sopravvivere

Antonio Campanile ha 52 anni e vive a Recale. La sua è una storia terribile e drammatica, solo con un cane ed un gatto,  senza più soldi, senza cibo da giorni, Antonio decide di mettere in vendita un rene e lo fa dalla sua pagina Facebook.

Un video choc nel quale Campanile dichiara di non mangiare più ormai da alcuni giorni, di essere sopravvissuto sinora solo grazie al sostegno delle Dame di San Vincenzo dopo essere stato licenziato dal suo ultimo posto di lavoro.

La vendita di organi anche propri in Italia è una pratica illegale ma Antonio non sa nulla, sa soltanto che deve sopravvivere e mette in vendita il suo rene al miglior offerente. Finora purtroppo nemmeno l’iter per ottenere il reddito di cittadinanza è andato in porto e a quanto pare anche l’amministrazione comunale è al corrente di questa aberrante situazione.

È una vicenda di cui sicuramente non si può parlare a cuor leggero, che tocca le corde più profonde della nostra sensibilità. Non si può, nella società del benessere in cui viviamo, arrivare a privarsi di un organo vitale per continuare a stare al mondo. Speriamo davvero che il clamore suscitato da questa vicenda possa muovere i cuori giusti per poter dare ad Antonio Campanile una seconda occasione di farcela, una nuova possibilità di vita.