Vendita di quotidiani e periodici: la Regione Campania approva emendamenti a tutela degli edicolanti

Nella seduta martedì 18 febbraio, il Consiglio Regionale della Campania ha approvato il Testo Unico del Commercio che dedica un intero Capo alla vendita di quotidiani e periodici.

Importanti emendamenti sono stati approvati dal Consiglio in tema di vendita della stampa: dal riconoscimento espresso che la rete di vendita salvaguarda il diritto all’informazione dei cittadini del pluralismo della stampa, all’estensione delle attività consentite agli edicolanti anche su suolo pubblico, all’attività di vigilanza rimessa ai Comuni sulla corretta distribuzione dei quotidiani e dei periodici da parte delle Imprese di distribuzione territoriali.

Il Vice Presidente del Sindacato Nazionale Autonomo Giornalai Confcommercio, Renato Russo, ha commentato:  “Lo SNAG, in accordo con il SINAGI, ha cercato di rappresentare i problemi delle edicole campane e mi sembra che il Consiglio Regionale abbia recepito le nostre istanze. A nome di tutti gli edicolanti campani dobbiamo ringraziare il Consigliere Gianluca Daniele e i colleghi Tommaso Amabile e Antonella Ciaramella che hanno prestato tanta attenzione ai problemi delle nostre micro-imprese familiari, presentando importanti emendamenti al testo in Aula”.

“Le edicole –  ribadisce Vincenzo Frontoso, Presidente dello Snag Campania – sono in difficoltà perché, da un lato, sono “vessate” dal loro unico fornitore monopolista e, dall’altro, hanno difficoltà ad individuare fonti complementari di ricavi. Il rispetto delle regole, da parte della Distribuzione della stampa e possibilità di ampliare i prodotti e servizi da offrire al pubblico; sono la ricetta per rispondere alla crisi delle edicole e per mantenere su tutto il territorio regionale, una rete dedicata ai cittadini e al loro diritto di informarsi”.