Il vento continua a far danni, tra gli incidenti il crollo di un albero a Parco degli Aranci

Non si placa l’emergenza vento in provincia di Caserta. Martedì sono stati diversi i disagi segnalati ai vigili del fuoco nel capoluogo ma con il passare delle ore la situazione è addirittura peggiorata: il vento ha superato i venti nodi e le raffiche in alcuni momenti hanno toccato gli 80-90 km/h provocando numerosi problemi e, solo per fortuna, nessun ferito. L’allerta meteo della Protezione Civile della Campania resterà in vigore fino alle ore 20 di oggi mercoledì 26 settembre ma già dal pomeriggio secondo le previsioni il vento dovrebbe diminuire di intensità.

Le ore più difficili si sono registrate tra la notte scorsa e la mattinata di mercoledì. Intorno alle 10, un albero è stato completamente sradicato dal vento nel quartiere Parco degli Aranci, a meno di 50 metri dalla Chiesa Maria del Carmine e San Giovanni Bosco. L’albero è finito sulla strada impedendo alle auto provenienti dalle diverse direzioni di transitare contemporaneamente nei due sensi di marcia. Anche in questo caso nessuno, nè a piedi nè in auto, si trovava in quel punto al momento del crollo. Si attende l’intervento dei vigili del fuoco che provvederanno a spostare l’albero liberando la carreggiata. Considerando l’enorme mole di interventi a cui devono far fronte è ipotizzabile però che ci vorrà un po’ di tempo.

Tra gli altri disagi segnalati a Caserta ieri un albero è caduto nella trafficata via G.M. Bosco ed è stato necessario chiudere Villetta Padre Pio per evitare eventuali pericoli per i bambini.

Gravi incidenti si sono verificati anche in provincia. A Mondragone gli effetti di un incendio sono stati velocemente amplificati dal vento e le fiamme hanno sfiorato le automobili che percorrevano la Domitiana. A Maddaloni invece alcune luminarie montate per la festa di San Michele non hanno resistito alla furia del vento e sono cadute.