Vento forte su Caserta e provincia, a Marcianise si contano i primi danni

Vento forte su Caserta e provincia mentre si contano i primi danni. La prima testimonianza arriva da Marcianise a cura dell’ex sindaco Antonello Velardi che, sulla sua pagina Facebook, pubblica le prime foto della città sferzata dal vento già da ieri sera.

Rami divelti, alberi abbattuti, parti di coperture danneggiati. I Vigili del Fuoco hanno ricevuto numerose chiamate, già nel corso della notte e della serata di ieri – scrive l’ex sindaco – La situazione peggiore alla scuola elementare Mazzini, dove si è spezzato il fusto di un grosso albero che si è adagiato sul terrazzo dell’edificio accanto. Non ci sono danni evidenti, le conseguenze sarebbero state molto più gravi se la scuola fosse stata aperta. 

Bisogna prestare molta attenzione e, ora più che mai, restare a casa. Chi può, deve restare a casa.

I Vigili del Fuoco sono intanto ancora presso lo stabilimento della Lea, nell’area industriale di Marcianise, dove ieri all’ora di pranzo si è sviluppato un incendio. Le operazioni non sono ancora finite, si sono protratte dopo l’interruzione della notte: ora si indaga sulle cause, ma si propende per l’origine dolosa. Una bomba ecologica.

Attenzione al forte vento e, ribadisco, restate a casa: tra Coronavirus e forte vento, dire che è pericoloso andare per strada è dire poco“.