Verso la festa dell’Assunta. A Santa Maria Capua Vetere si recupera la tradizione del Tarallo di Ferragosto

Per il rilancio della tradizione gastronomica della città

Sabato 13 Agosto alle ore 18 in Piazza Matteotti a Santa Maria Capua Vetere si terrà un appuntamento di gusto ma anche teso a recuperare una tradizione una volta radicata nelle famiglie sammaritane, “ Il Tarallo della Festa dell’Assunta: rilancio della tradizione gastronomica del ferragosto sammaritano”.

Il tarallo utilizzato nella storia era preparato con liquore d’anice e una glassa di acqua e zucchero. La tradizione vuole che giovani fidanzati regalavano pure i taralli così preparati alla propria amata come pegno d’amore. Esperienze enogastronomiche e degustazioni, anche gratuite, potranno essere fruite da cittadini e visitatori della città del foro in festa per l’Assunta, da sempre la grande festa sammaritana.

L’iniziativa è promossa dall’amministrazione comunale di Santa Maria Capua Vetere nel quadro degli appuntamenti curati dall’Assessora alla Cultura Avv. Anna Maria Ferriero con la collaborazione ed il protagonismo dell’Istituto scolastico Iervolino “I Carissimi”, che animerà i laboratori del gusto grazie anche ai prof. Chef Daniel Napolitano e Stefano Pista.

I docenti dell’istituto presenteranno anche una tabella nutrizionale del tarallo ferragostano e i possibili abbinamenti enogastronomici. A partecipare tante realtà affermate della panificazione e della pasticceria sammaritana, sempre più apprezzata anche ben oltre i confini cittadini: Voglie Matte, Pasticceria Arco di Adriano, Pasticceria Laisa Aniello e Vincenzo alle spalle del tribunale penale, Pasticceria Gelateria Cappiello, Pasticceria Benedetto di Barbato Teresa, Di Guida Pasticceria Napoletana.

Presenti anche le aziende e lo staff di Assoartigiani Imprese Caserta, partner e tra i motori dell’evento con il Presidente Nicola De Lucia.