Il Vescovo D’Alise scrive all’Ospedale di Caserta per ringraziare gli Oss e tutti i sanitari

L'appello degli Operatori Socio Sanitari con contratti precari: "Monsignore ci aiuti"

Carissimi, Vi sono costantemente vicino con l’affetto e con la preghiera per quanto di sacrificio comporta il vostro lavoro, in modo particolare in questi momenti difficili“.

Inizia così la lettera che venerdì 20 marzo il Vescovo di Caserta, Monsignor Giovanni D’Alise ha inviato agli Operatori Socio Sanitari dell’Aorn di Caserta e a tutti gli operatori sanitari, infermieri, medici e volontari.

“Vi chiedo di dare piglio a tutte le forze di intelligenza – continua D’Alise –  di cuore, di volontà e di forza fisica per rimanere al proprio posto ed avere la forza di mettere un po’da parte le nostre scelte di piacere e di convenienza, che pure sono lecite e comprensibili. E voi tutto questo già lo fate bene!

Sostengo tutti con la preghiera, con la mia vicinanza più affettuosa e cordiale.

Non sappiamo quando questo momento finirà, ma siamo tutti certi che passerà anche con l’apporto di tutti. E auguro che questo “passare” non sia solo uno scorrere di tempo, che pure è necessario, ma sia un “passare” con i valori umani e Cristiani che imprimiamo nelle nostre azioni. Ricordiamo che noi pur combattendo il virus, lavoriamo soprattutto per le persone particolarmente fragili.

A quanti tra voi sono credenti auguro che la prossima Pasqua sia frutto di questa quaresima particolare. Essa sarà più vera, più sentita, ma soprattutto più “pagata” con il nostro sudore, e con il “di più dell’amore”. Il” di più”, infatti, è ciò che ci fa Cristiani.

Forza sorelle e fratelli qualunque sia il nostro credo, nessuno si faccia vincere in generosità! Grazie a tutti e vi benedico come fratelli e figli carissimi”.

Uno spiraglio di speranza e di vicinanza la lettera per gli 80 operatori socio sanitari che ancora stanno combattendo per salvare il proprio posto di lavoro, precari da oltre 10 anni, e adesso, tutti coinvolti nell’emergenza, continuano a lavorare non solo con il rischio del contagio, ma con il timore di perdere il lavoro una volta terminato il periodo emergenziale.

Vivissimi ringraziamenti al Vescovo Mons. Giovanni D’Alise – scrive Rosa Della Ventura sul suo profilo Facebook, operatrice socio sanitaria e delegata Cisl Fp Casertache con le sue preghiere ci é vicino. Ha voluto ringraziarci con una bellissima lettera, ha ringraziato tutti indistintamente per il lavoro che si sta svolgendo in questo momento di emergenza all’ Azienda ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano e questo è un vero conforto.

A questo punto nasce spontanea l’idea di fare appello proprio a lui, non solo di intercedere e pregare anche per la nostra situazione lavorativa, per quella precarietà che comunque ci vede impegnati tutti in prima linea, ma senza alcuna sicurezza futura, senza nessuna proposta di risoluzione che possa trasformare il nostro lavoro in una condizione definitiva,ma di intervenire in qualche modo per salvare noi e le nostre famiglie”.