Via Marconi, passaggio a livello chiuso fino al 7 maggio per i lavori di riqualificazione

I lavori erano stati annunciati dal Comune di Caserta il 21 aprile: “A seguito di riunioni e sopralluoghi congiunti, effettuati con i tecnici di Rete Ferroviaria Italiana (RFI), si è rilevato che per i passaggi a livello sono necessari interventi volti a garantire adeguati standard di sicurezza per l’esercizio ferroviario nonché per il traffico veicolare e pedonale“, aveva annunciato l’assessore ai Lavori Pubblici Massimiliano Marzo.

Così è stato, si è partiti il 26 aprile con il passaggio a livello di via Galatina a San Clemente, rimasto chiuso fino al 30 aprile, poi i lavori sono proseguiti presso il passaggio a livello in via Tedeschi a Tredici.

Tocca adesso a via Marconi, il cui attraversamento resterà chiuso fino al 7 maggio, come si legge nell’avviso su strada. Gli altri appuntamenti saranno in via San Gennaro (Falciano), via Maddalena (San Benedetto), via Unità d’Italiavia De Martino e via Vivaldi.

Eppure non tutti ne erano a conoscenza e molti, in verità, non leggono nemmeno la segnaletica su strada. Abbiamo sostato all’incrocio con l’ingresso del Parco Degli Aranci per verificare l’andamento della viabilità e abbiamo notato che erano numero gli automobilisti che non si soffermavano nemmeno a guardarlo il cartellone di avviso che pur risulta essere molto evidente.

Per tutta la mattinata è stato un continuo andirivieni di inversioni, anche se non si è creato nessun tipo di disagio al flusso del normale traffico mattutino. Qualche difficoltà sicuramente in concomitanza con gli ingressi e le uscite degli studenti dalle scuole.

Ad ogni modo, per l’esecuzione dei lavori è comunque necessaria la chiusura totale per cinque giorni ad ogni passaggio a livello, così come concertato con il comandante della Polizia Municipale.

Nonostante i disagi che creano i passaggi a livello – ha precisato l’assessore Marzo –  è nostra premura la messa in sicurezza degli stessi per garantire la pubblica e privata incolumità. Con questi interventi, dunque, restituiamo dignità e sicurezza ai passaggi a livello che diventeranno accessibili anche ai diversamente abili“.