Da Villa di Briano a Miss Italia: intervista a Paola Malfi, Miss Eleganza Campania 2022

Paola Malfi
SANCARLO50-700
ENJOY1
delpicar-t-toc
previous arrow
next arrow

Caserta – È un martedì mattina, c’è il sole, non fa freddo. Oggi ho un lavoro speciale da compiere: un servizio fotografico che ho organizzato per uno sponsor. Nonostante si tratti di un lavoro del tutto inedito, mi sento sereno perché ho ingaggiato il fotografo Francesco Norcia, di cui mi fido tantissimo, e Paola Malfi come modella, una garanzia.

Paola è esattamente come ti aspetti che sia una modella: bionda, occhi azzurri, alta (ben 1,75m), snella, vestita con stile. In una sola parola: bella. Viene da Villa di Briano ed arriva puntualissima con il suo trolley pieno di trucchi e gli outfit per lo shooting. Conosco Paola Malfi da un paio d’anni ormai: su queste pagine ho raccontato tante delle sue vittorie ai concorsi di bellezza e so bene che come modella e fotomodella è una vera veterana anche se ha soltanto 24 anni.

Raggiungiamo Francesco, il briefing prima di iniziare a lavorare diventa una chiacchierata tra amici. Vorrei essere d’aiuto, dare le indicazioni giuste. Ma ben presto mi accorgo di essere soltanto d’intralcio, così vado via con una scusa e lascio Paola Malfi e Francesco Norcia a scattare da soli in quella simbiosi artistica un po’ magica che si crea tra un fotografo ed una modella. Sono sicuro che le foto saranno bellissime. Tornerò più tardi per l’intervista.

Paola Malfi è già stata CoverGirl di CasertaWeb ad ottobre 2020. La scorsa estate ha partecipato di nuovo a Miss Italia ed è stata una delle 3 ragazze della Provincia di Caserta a qualificarsi per le Pre Finali nazionali di Fano nella squadra di 11 bellissime rappresentanti della Campania. Un ottimo motivo per offrirle di nuovo la copertina e chiederle una nuova intervista (segue dopo la galleria fotografica):



Ti definisci modella, fotomodella o studentessa?
Studentessa con l’hobby della moda perché il mio obiettivo principale non è sicuramente in questo campo ma è quello per cui sto studiando: sono al secondo anno della Laurea Magistrale in Psicologia Applicata. Però non posso negare che essere una modella fa parte di me perché è da quando sono bambina che sono in questo campo, quindi c’è anche un po’ di affetto nel continuare a farlo. Un po’ anche perché mi piace questo mondo. Vorrei continuare a fare la modella fino a quando potrò.

Da quanti anni fai la modella?
Ho iniziato quando ero piccolissima, intorno ai 9 o 10 anni ho fatto la prima sfilata anche se non era niente di importante. Poi dalle selezioni di Miss Italia, alle quali partecipai come mascotte perché ero ancora minorenne, fui notata da un agente. Fino a quel momento facevo sfilate e foto per hobby, nemmeno sapevo che da questo si potesse guadagnare. Da allora non ho mai cambiato agenzia.

nantisciaban

Ti piace di più scattare foto o sfilare?
Io amo sfilare. La passerella è il posto dove mi piace stare. Però lavoro di più come fotomodella. Inizialmente non mi piaceva tantissimo scattare le foto però con il tempo, avendo acquisito la padronanza delle pose e della macchina fotografica, mi è piaciuto perché vedo i risultati.

Oltre a Miss Italia hai partecipato anche ad altri concorsi di bellezza, quali?
Ho partecipato a Miss Italia due volte come mascotte e per due anni come concorrente: nel 2016, appena diventata maggiorenne, e nel 2022. Ho partecipato anche ad altri concorsi, tra cui uno internazionale, e poi Miss Universo nel 2020. Mi sono qualificata per la semifinale nazionale ma non mi sono presentata a causa del Covid. In quell’occasione non sono andata fino in fondo.
A Miss Italia, invece, ho vinto nel 2016 la fascia regionale Miss Equilibra e quest’anno la fascia Miss Eleganza, quindi entrambe le volte sono andata alle Pre Finali nazionali.

Cosa c’è di diverso tra Miss Italia e gli altri concorsi?
Miss Italia è sicuramente un concorso che valuta non soltanto la bellezza ma la donna nel suo complesso. Nel passaggio in giuria di quest’anno ci hanno fatto parlare molto di più, hanno chiesto di mostrare il proprio talento a chi ne avesse uno: ballare, recitare, cantare… È un concorso più aperto alle diversità, alle forme diverse di bellezza. Miss Italia è un concorso moderno, dalla mentalità più aperta rispetto agli altri.

Hai trovato differenze tra Miss Italia nel 2016 e nel 2022?
Ho partecipato di nuovo proprio perché volevo superare il mio limite che è parlare in pubblico, davanti alla giuria nel caso specifico. Nel 2016 non andai benissimo perché ero più timida, non riuscivo a parlare. Miss Italia richiede di argomentare. Dunque, mi sono imposta di andare con un approccio differente per far emergere quella che sono davvero. Infatti, davanti alla giuria a Fano ho parlato di tematiche alle quali sono molto sensibile: il bullismo, soprattutto quello nelle scuole. In futuro vorrei lavorare su questo, vorrei essere l’adulto di cui avevo bisogno quando ero bambina. Questo è il mio obbiettivo principale. Per questo studio Psicologia. Adesso sono soddisfattissima perché non mi sono bloccata davanti alla giuria di Miss Italia, più di così non credo di poter fare.

Che consiglio ti sentiresti di dare ad una ragazza che si approccia a Miss Italia per la prima volta?
Di non entrare mai in competizione con le altre ragazze. Bisogna prendere questo concorso come una sfida verso sé stesse, un modo per migliorarsi. Io, ad esempio, avevo il limite di non saper parlare in pubblico ma durante le tappe regionali bisogna presentarsi alla giuria ed al pubblico. Ho lavorato su questo. É vero che la competizione c’è ma deve essere sana.

Come ti vedi da grande?
Io sono per la flessibilità. Mi sono imposta un obiettivo ma nella vita non si sa mai, si può anche cambiare rotta. L’importante è stare bene con me stessa.

Segui Paola Malfi su Instagram.