Caserta, a Villa Giaquinto tornano le marmellate di arance. Il Comitato: “Tesseratevi”

E come ogni anno, da almeno tre anni a questa parte è tempo di marmellate di arance a Villa Giaquinto, stanno infatti arrivando le marmellate prodotte con le arance amare della villetta. Le arance vengono raccolte in villa dai volontari e trasformate dalla cooperativa Al di là dei sogni un bene confiscato alla camorra, i cui ricavati sono utilizzati interamente per la manutenzione del parco.

Coi ricavati della vendita nel 2018 per esempio è stata ripristinata la fontana che mancava da quasi sette anni. Inoltre l’anno scorso è anche nato il primo orto urbano della città, un luogo prezioso in cui gli anziani del quartiere gestiscono un pezzetto di verde insieme ad Orto Bio Fondazione Leo Amici, che si occupa di percorsi di recupero per tossicodipendenti.

Villa Giaquinto come ormai tutti sanno, non è più solo un’area comunale ma è un propulsore di eventi, laboratorio di idee e di sperimentazione, luogo di aggregazione e condivisone di progetti.

Intanto riparte il tesseramento: “da questa settimana ogni venerdì ed ogni domenica saremo in Villa per il tesseramento! A che serve? A sostenere la nostra esperienza di gestione dal basso di un bene comune. Noi non veniamo finanziati da nessuno, enti pubblici o privati, solo da voi che decidete di sostenerci con un piccolo contributo annuale che ci dà la possibilità di fare tutte quelle piccole cose che rendono Villa Giaquinto uno spazio bello e vivibile: tagliare il prato, manutenere le giostrine, potare il verde, curare l’orto, spazzare per terra e così via.

Il tesseramento è un modo per sostenerci, costa solo 10€ ed è ovviamente volontario. É possibile tesserarsi ogni venerdì e domenica pomeriggio, siateci!

Inoltre vi ricordiamo che è possibile donare il 5xmille a Villa Giaquinto, il Codice è il seguente: C.F 93097650613.

Ricordiamo però che in quanto bene comune il Comitato si autofinanzia dal basso con il supporto di tutta la città. Per difendere questa esperienza e quella dei comitati del Parco degli Aranci e di Via Arno, per chiedere spazi sociali in città, ci vediamo il 26 giugno Lasciateci Respirare: diritti, spazi, reddito! Presidio!