Vita domestica, 4 modi insospettabili per risparmiare sui consumi

SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
delpicar700
ENJOY1
previous arrow
next arrow

Dei piccoli e semplici gesti quotidiani possono aiutare a risparmiare notevolmente sui consumi, in un momento storico in cui la sostenibilità è un tema all’ordine del giorno. Considerato l’aumento delle tariffe per quel che riguarda il settore energetico, riuscire a imparare la gestione virtuosa dei propri consumi è diventata una vera e propria necessità.

Comportamenti da adottare per risparmiare sui consumi

Per quanto riguarda i consumi di luce, l’utilizzo di lampadine a risparmio energetico permette di abbattere in maniera considerevole il costo delle bollette. Si stima, infatti, che quelle a basso consumo riescano a risparmiare fino all’80% di energia, numeri da tenere in grande considerazione se si vogliono ridurre le spese mensili. Le nuove tecnologie hanno anche risolto i problemi di scarsa luminosità che questo particolare tipo di lampadine, come quelle a led, aveva fino a poco tempo fa. A seconda del colore della luce di cui avremo bisogno, sceglieremo la lampadina con i kelvin adeguati al risultato finale.

AUTOMORRA

Un secondo comportamento virtuoso è quello di ottimizzare i consumi di gas. Essendo questa una fonte energetica soggetta a oscillazioni di mercato, è importante innanzitutto informarsi sul come e perché varino i prezzi, ad esempio grazie alla guida informativa sul costo del metano di VIVI energia. A ciò, si aggiungono alcuni comportamenti per nulla scontati, come il fare buon uso delle pentole per cucinare. Mettere i coperchi, ad esempio, aiuta a generare calore in un tempo decisamente maggiore, risparmiando così sull’utilizzo del gas. Sono consigliati quelli trasparenti di vetro per controllare lo stato della cottura. Usando una pentola a pressione invece di quelle normali, poi, si riduce di quasi il 50% il tempo di cottura con un evidente risparmio in ottica di consumi.

Un altro trucco per risparmiare è quello di utilizzare una ciabatta con interruttore, per accendere e spegnere contemporaneamente tutti gli elettrodomestici attaccati alle varie prese. I dispositivi continuano a consumare corrente anche quando sono apparentemente spenti, perché gli stand by comportano comunque un minimo consumo elettrico. Questo, protratto nel tempo, può far lievitare di molto la cifra in bolletta, per questo è importante togliere l’accesso alla corrente a tutti gli elettrodomestici. Una piccola azione come quella di premere l’interruttore della ciabatta quando non si utilizzano gli apparecchi può davvero fare la differenza.

Per risparmiare ulteriore corrente, spegnere il forno prima della fine del tempo di cottura può essere una buona idea. Sfruttando la forza d’inerzia del forno, infatti, il calore continuerà a cuocere i nostri alimenti almeno per una decina di minuti, garantendoci un risparmio che può arrivare fino al 20% dei consumi normali. Discorso simile si può fare per il ferro da stiro, che è in grado di mantenere la temperatura ideale per qualche minuto, garantendoci un risultato ottimale della stiratura con consumo pari a zero. Piccoli trucchi che, se utilizzati con intelligenza, possono impattare in maniera importante sul computo finale dei nostri consumi.