Viterbese – Casertana 0-0: è la fine dell’era Fontana?

Credit Photo Giuseppe Melone

E’ crisi nera per la Casertana; poche idee, poca incisività, poco cuore e poca testa regalano il primo punticino alla Viterbese che pareggia lo scompenso tecnico con i Falchetti con ordine e disciplina tattica.

PRIMO TEMPO – Nonostante il freddo gelido del Rocchi, a dare il primo brivido ai tifosi rossoblù è Rinaldi, che tutto solo davanti a Russo si divora l’1-0. Dopo appena cinque minuti De Giorgi salta un irriconoscibile Zito, Russo anticipa e blocca la sfera. La Casertana si affaccia in aria Viterbo solo al 15esimo, con Padovan che controlla bene e calcia malissimo sopra la traversa. Ci proverà poi Castaldo, con un destro che sibila vicino al palo a Forte battuto.

I più vicini al gol però sono sempre i Gialloneri, che scheggiano la traversa con una punizione di Sini al 33esimo.

SECONDO TEMPO –  Viterbese subito pericolosissima; a salvare i falchetti è Russo che con un intervento prodigioso salva un tap-in di Bismark strozzando in gola il grido di gola dei tifosi del Viterbo.

Ritmi lentissimi nella ripresa, con le due squadre che sembrano paghe del pareggio e con una Casertana molle e incomprensibilmente compassata; ci prova solo Mancino al 23esimo con palla che esce di poco sulla destra.

Piove sul bagnato e inizia lo show dell’arbitro De Santis: Rainone salva sulla linea l’1-0 della Viterbese, Bismark entra a gamba tesa sul capitano rossoblù, che giustamente protesta con l’arbitro e si vede sventolare in faccia il cartellino giallo: è il secondo, Rainone espulso e Casertana che non può fare altro che difendersi. Pinna al 90esimo salva in angolo l’ultima azione pericolosa della Viterbese.

Si chiude nel modo più triste la trasferta di Viterbo, con la squadra (e soprattutto Fontana) contestati dai tifosi della Casertana; non è impossibile pronosticare a questo punto un avvicendamento in panchina per una squadra che appare senza idee di gioco, senza voglia e senza cuore.