“Il vizio della speranza”, l’ultimo film di Edoardo De Angelis in prima nazionale al Duel Village di Caserta

Caserta – Giovedì 22 Novembre al Duel Village di Caserta (come da tradizione) ci sarà la Prima Nazionale de “Il vizio della speranza” l’ultimo film di Edoardo De Angelis. La pellicola ha vinto il Premio del Pubblico Bnl della Festa del Cinema di Roma 2018. Il film, in sala con Medusa dal 22 novembre, ambientato a Castel Volturno racconta con pietà umana la storia di Maria (Pina Turco) che traghetta le donne incinte di colore costrette a vendere i propri figli. Un film “spirituale e cristiano”: la stessa Maria ammantata di cinismo si troverà di fronte a una scelta difficile e coraggiosa quando sarà lei ad aspettare un bambino. “La resistenza umana è la più grande delle rivoluzioni”, ha detto il regista napoletano di Indivisibili.

Per meglio comprendere il film pubblichiamo parte della recensione fatta da Marzia Gandolfi di Mymovies. “A Castel Volturno non c’è più il diritto, non c’è lo Stato. La metà degli abitanti sono clandestini africani che occupano stabilimenti degradati in cui prospera, col traffico di cocaina e la prostituzione, una nuova schiavitù: la maternità surrogata. Una gestazione per altri che mutua le donne in contenitori, privandole della dignità, della libertà, della maternità.

Edoardo De Angelis con Pina Turco durante le riprese del film

In questo luogo moribondo, bagnato dal Volturno e infestato da orrore ordinario, Edoardo De Angelis pianta come un fiore la speranza. Al cuore di un décor crudo e dentro giorni che si avvicendano e si assomigliano, c’è Maria, colpevole, complice, vittima. Infinitamente sola, Maria sembra aver preso tutta l’ombra del mondo, è una marginale, sociale ed esistenziale, che non segue nessuno progetto di felicità fino al giorno in cui trova nella fuga di una ragazza più disgraziata di lei e nell’incontro con un giostraio l’occasione e l’opportunità di osservare le cose della vita da un angolo diverso. La prospettiva dell’umanità. “

Caronte impassibile di anime gravide e di un crimine mascherato e venduto come atto d’amore, Maria si scopre improvvisamente incinta e sente crescere col ventre il bisogno di essere migliore, di cercare una forma di moralità. Con pudore e discrezione, De Angelis fruga sul volto della sua protagonista, che ha la solidità terrena di Pina Turco, e porta a galla la sua anima. Senza bisogno di ricorrere a colpi di scena, a sentimenti divoranti, a trucchi drammaturgici sfacciati.

Programma della serata
ore 19 – presentazione del libro “il vizio della speranza”, scritto da Edoardo De Angelis – Edizioni Mondadori (Strade Blu).
ore 20,45 – Red Carpet and Music
ore 21,00 – Inizio proiezione in tutte le sale
ore 23,00 – Dibattito con il regista e gli attori

Biglietto € 8,50 | In Prevendita € 7,50
INFO: Vanna 3890374832, Adriano 3406052708