Volalto 2.0 Caserta, il presidente Nicola Turco ora si affida più agli avvocati che alle atlete in campo

Volalto Caserta

Il presidente Nicola Turco sembra deciso a risolvere la crisi della Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta davvero con ogni mezzo e chiedere alle atlete di fare del loro meglio in campo non basta più.

Dal pallone alle carte bollate, il club rosa-nero è arrivato a chiedere una penale da cento mila euro ad un’atleta ed addirittura un’interrogazione parlamentare a Roma per scoprire il marcio che si nasconderebbe dietro al mondo della pallavolo italiana.

Di seguito riportiamo i due comunicati stampa diramati da Volalto 2.0 Caserta nella giornata di oggi che, è bene ribadirlo, rappresentano il punto di vista del club:

I legali della Volalto rincorrono Poll e la società che sostiene di averla contrattualizzata! Applicata la penale di 100mila euro, come da contratto

Una vera e propria corsa contro il tempo per i legali della Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta per avviare la procedura d’urgenza, prevista da contratto, inerente l’applicazione della penale di 100mila euro nei confronti dell’atleta Poll. Il provvedimento, con relativo sequestro, diventerà fattibile nel giro di pochi giorni.

Si potrebbe verificare anche un caso particolare, ovvero che i messi notificatori entrino in pieno svolgimento della Coppa Italia e notifichino sia all’atleta Poll che alla Società, che sostiene di aver appena firmato un nuovo contratto con lei, il provvedimento relativo al pagamento della penale di 100mila euro; penale prevista nel contratto firmato, tra la Poll e la Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta.

Turco muove la politica e l’editoria! Interrogazione ai Ministri dello Sport e degli Interni: “C’è una strategia per distruggere la A1 Volalto”

Il Club Volalto ora mette la politica nazionale in gioco. Sono saltati tutti gli schemi nel buon nome della Pallavolo Italiana. Screditare un Club in regola, che ha effettuato tutti i pagamenti, non ha pendenze con nessuno e rispetta tutte le regole vigenti, sta a significare che c’è una strategia ben precisa! Blog che hanno infangato il buon nome della Volalto, procuratori che hanno detto tutto ed il contrario di tutto, giochi e giochetti su atlete, articoli pilotati mandati a quotidiani esteri, coach che, per loro incapacità, buttano fuoco addosso al Club.

Questo e altro ancora – un vero e proprio dossier – all’attenzione, dei ministri con delega allo Sport ed agli Interni. Attraverso un’interrogazione parlamentare, per la prima volta nella storia del Volley, si metterà la parola fine allo sciacallaggio contro la Volalto e contro il Sud.

Riflettori puntati anche sui tifosi facinorosi, casertani, che, fino a questo momento, ancora non sono stati raggiunti dal provvedimento del Daspo. Il Club, intanto, ha dato mandato ad un gruppo qualificato di giornalisti di mettersi in contatto – e verificare il materiale che scotta – con coloro i quali hanno prove delle nefandezze messe in atto dai procuratori.

Chi vuole vendere notizie, comprovate dal necessario supporto, in cambio di un regolare pagamento tracciato come per legge, può scrivere alla seguente mail “marketing@teleprima.it” oppure contattare il numero 0823/421717. 

 

Loading...