Come i volontari hanno salvato Brad, il pastore tedesco caduto nel dirupo, aiutando i Vigili del Fuoco

Brad con i suoi salvatori, Valerio Tenneriello e Gianni D'Aniello

La storia è della scorsa settimana, un pastore tedesco sfuggito accidentalmente al controllo del proprietario era caduto in un dirupo adiacente un corso d’acqua nel comune di Pontelatone. Una di quelle storie che ci ha tenuti tutti col fiato sospeso per ben 5 giorni, fin quando non c’è stato un lieto fine.

Tutti i giornali hanno riportato la storia focalizzando l’attenzione ovviamente sull’azione e sull’intervento dei Vigili del Fuoco. Ed è giusto così, i nostri pompieri sono sempre operativi e fanno tantissimo. Noi però abbiamo parlato anche con i volontari che si sono fatti in quattro per arrivare al salvataggio definitivo, senza di loro quel cane non sarebbe mai stato recuperato, e ci sembra giusto che anch’essi abbiano una parte in questo racconto.

La storia inizia così: dopo 5 giorni di segnalazioni pervenute da un cittadino di Pontelatone, Francesco Monaco, che insieme alla sua famiglia sentivano urla strazianti provenienti da un cane caduto in un dirupo, viene allertata l’Asl di competenza nelle persone del dott. Antimo Parillo e della dott.ssa Annamaria della Peruta.

Nella giornata di venerdì 6 maggio i volontari si mettono in marcia per cercare il povero cane a quanto pare rimasto intrappolato su di uno spuntone sopra il corso d’acqua, trascorrono ore per cercare di individuarlo. Purtroppo a nulla vale nemmeno il primo intervento dei Vigili del Fuoco che si dicono impossibilitati a raggiungerlo senza un mezzo da mettere in acqua.

All’indomani, Rosalba Aurilio, volontaria di zona allerta nuovamente l’Asl, i Vigili del fuoco e la Protezione civile, ma le ricerche e gli interventi limitati di tutti non portano a nessuna soluzione definitiva.

Solo domenica 8 maggio, grazie alla caparbietà dei consiglieri comunali Valerio Tenneriello e Gianni D’Aniello, che si sono personalmente calati all’interno del vallone con l’ausilio di un materassino gonfiabile (fornito dalla volontaria Filomena Simone, anche lei molto attenta al benessere animale) rischiando la loro stessa incolumità si è riusciti a trarre in salvo la povera bestiola rimasta bloccata sulla roccia.

A quel punto è stato necessario nuovamente l’intervento dei vigili del fuoco che hanno imbracato il cane sulla tavola di soccorso e lo hanno trasportato fuori dal dirupo.

Pastore tedesco caduto in un dirupo viene salvato dai Vigili del FuocoNiente di tutto ciò sarebbe stato possibile – riferisce la volontaria Rosalba Aurilio – se gli amici Valerio e Gianni, coordinati da Francesco Monaco dall’alto del dirupo, non avessero rischiato la propria stessa vita per aiutare questo stupendo esemplare di pastore tedesco.

Ad aspettarlo, felice di poterlo riabbracciare, il suo proprietario. Noi lo ripetiamo sempre, il valore della vita è univoco, che sia esso un essere umano o un animale, è nostro dovere provare a salvarlo nonostante le difficoltà“.

Brad non è mai stato più felice di così, finalmente tra le braccia di chi non ha desistito cercandolo per 5 giorni e smuovendo, è proprio il caso di dire, mari e monti, dalle istituzioni, ai volontari. Ora è tranquillo tra le braccia del suo amato proprietario.