Workshop su Pallagrello e Scottona all’istituto “I Carissimi” di Santa Maria Capua Vetere

SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
delpicar700
ENJOY1
previous arrow
next arrow

Martedì 20 settembre 2022 – Ore 10:00 in via Antonio Tari 49 – S. Maria Capua Vetere

In occasione della vendemmia 2022, il prossimo martedì 20 settembre ’22, a partire dalle ore 10:00, presso l’istituto “I Carissimi” di S. Maria Capua Vetere (in via Antonio Tari 49) si terrà un workshop su Pallagrello e Scottona.

L’importante realtà scolastica, oggi afferente al gruppo degli “Istituti Iervolino”, annovera nella propria offerta formativa l’Istituto Professionale Alberghiero, l’Istituto Tecnico Agrario, il Liceo Scientifico Sportivo e, per l’anno scolastico 2022/2023, una sezione di scuola secondaria di primo grado.

AUTOMORRA

Quest’anno, tra l’altro, l’istituto festeggia il centenario dalla sua fondazione e nel rispetto della tradizione propone esperienze didattico/laboratoriali di particolare spessore e interesse tematico.

E’ il caso del workshop del prossimo martedì, che rientra in un più vasto programma di attività culturali ed eno-gastronomiche che l’istituto propone per arricchire l’offerta formativa e aprire le porte al territorio.

Il workshop vedrà protagonisti docenti, studenti e operatori sia del settore vitivinicolo che delle carni.

A rappresentare quest’ultimo settore sarà l’azienda “I Mandriani”, di Nocera Superiore, rinomata per la produzione di salumi e carni pregiate.

I professori Francesco Villani (titolare dell’azienda “I Mandriani”) e Walter Casaburi nel corso del workshop sezioneranno dal vivo una mezzena di scottona, illustrando la preparazione delle porzioni, la loro cottura, e come va servita ai tavoli una delle eccellenze della cucina italiana.

Altra esperienza centrale del laboratorio didattico e sensoriale sarà la vendemmia dell’uva del vitigno autoctono Pallagrello, a cura dei docenti e degli studenti dell’Istituto. A partire dalla macina dell’uva, attraverso la torchiatura e la fermentazione, una dimostrazione live del processo di vinificazione, con note di profumi e riti legati alla tradizione, come la preparazione di dolce tipico realizzato con il mosto fresco.

Tradizione e innovazione – sottolinea il prof. Raffaele Iervolino, patron degli Istituti Scolastici Iervolino – Proponiamo una didattica trasversale, in linea con gli standard qualitativi di eccellenza, richiesti dal nostro Ministero, ma soprattutto dalle nuove tendenze della nostra società, sempre più esigente, soprattutto in un settore come quello enogastronomico e dell’accoglienza. Il nostro personale docente e i nostri studenti sono pronti ad affrontare le grandi sfide del mondo globalizzato, partendo dalla nostra storia e dalle nostre memorie”.