Zecca clandestina in provincia di Caserta, il giro di monete false da due euro su tutto il territorio

SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
delpicar700
ENJOY1
previous arrow
next arrow

I carabinieri hanno scoperto una vera e propria “Zecca” clandestina nella quale si producevano false monete da due euro francesi.

La scoperta fatta dai Carabinieri del Reparto Territoriale di Mondragone e dai carabinieri della II Sezione Operativa del Comando Antifalsificazione Monetaria di Napoli: una vera e propria zecca clandestina nella quale si producevano false monete da due euro con effige francese, che poi venivano spacciate e fatte girare in tutta la provincia di Caserta.

Un uomo di 71 anni del posto, già sottoposto ai domiciliari, è stato arrestato per falsificazione di monete, spendita e introduzione nello Stato, previo concerto, di monete falsificate e fabbricazione o detenzione di filigrane o di strumenti destinati alla falsificazione di monete, di valori di bollo o di carta filigranata.

L’uomo in casa nascondeva un conio per la produzione di monete da 2 euro che vengono prodotte in Francia. Grazie all’immediato intervento dei militari del NOAM è stato possibile classificare il materiale rinvenuto. I carabinieri hanno quindi posto sotto sequestro:

morra

1 conio con riproduzione della faccia comuna da 2 euro
1 conio con riproduzione della faccia di nazionalità francese millesimo 2012
1 virola completa, composta da due pezzi metallici di forma cilindrica
1 chiava in ferro da lavoro con testa esagonale
1 macchina industriale tipo pressa idraulica, senza marca, di costruzione artigianale
1 macchina industriale tipo pressa idraulica
2 compressori ad aria
4 anelli con bordo e facciata riprodotta
4 tondelli di lega metallica in oro giallo grezzi
7 tondelli di lega metallica in oro giallo lavorati
40 anelli esterni in lega metallica color argento con solo bordo riprodotto
269 tondelli in lega metallica in oro giallo grezzi
4 tondelli in lega metallica in oro giallo lavorati
2 anelli esterni in lega metallica color argento con bordo e faccia lavorati
7 anelli esterni in lega metallica coloro argento con bordo lavorato
1 telefono cellulare e materiali vari.

L’arrestato è stato posto a disposizione della competente autorità giudiziaria.