Zucchero “Sugar” Fornaciari a Caserta per un doppio concerto il 24 e 25. Uno straordinario Bolle incanta il pubblico della Reggia

Zucchero Sugar Fornaciari a Caserta
Zucchero Sugar Fornaciari a Caserta, Credit Photo Daniele Barraco
SANCARLO50-700
glp-auto-700x150
previous arrow
next arrow

Il World Wild Tour di Zucchero “Sugar” Fornaciari farà tappa alla Reggia di Caserta lunedì 24 e martedì 25 luglio (ore 21), nell’ambito di Un’Estate da RE, rassegna programmata e finanziata dalla Regione Campania (fondi POC 2014-2020), organizzata e promossa dalla Scabec in collaborazione con il Ministero della Cultura, la Direzione della Reggia di Caserta, il Comune di Caserta e il Teatro Municipale “Giuseppe Verdi” di Salerno con la direzione artistica del Maestro Antonio Marzullo.

Partito lo scorso anno da Glasgow (Regno Unito) registrando il tutto esaurito anche alla Royal Albert Hall di Londra, il World Wild Tour di Zucchero “Sugar” Fornaciari ha toccato i festival più prestigiosi d’Europa e acceso la stagione dei live a capienza piena (post Covid) dell’Arena di Verona, riscuotendo con 14 concerti sold out grande successo di pubblico e di critica e richiamando oltre 150.000 spettatori nazionali e internazionali. Nei due show ricchi di intense emozioni alla Reggia di Caserta (entrambe le date sono andate sold out), l’artista porterà i suoi più grandi successi, accompagnato sul palco da una band internazionale composta da Polo Jones (musical director, bass), Kat Dyson (guitars, bvs), Peter Vettese (hammond, piano and synth), Mario Schilirò (guitars), Adriano Molinari (drums), Nicola Peruch (keyboards), Monica Mz Carter (drums, percussions), James Thompson (horns, bvs), Lazaro Amauri Oviedo Dilout (horns), Carlos Minoso (horns) e Oma Jali (backing vocals).

lapagliara
LORETOBAN1
previous arrow
next arrow

Un’Estate da Re non è solo grande musica, ma anche il meglio della danza. Ieri sera, gli oltre 3000 spettatori accorsi alla Reggia hanno assistito a uno spettacolo di rara armonia e bellezza: il gala Roberto Bolle and Friends, Prodotto da ARTEDANZASRL, ha incantato il pubblico regalando emozioni uniche grazie alle performance di ballerini, tra i migliori al mondo, che si sono esibiti sul palcoscenico: Bakhtiyar Adamzhan (Astana Opera, Astana), Timofej Andrijashenko (Teatro alla Scala, Milano), William Bracewell (The Royal Ballet, Londra), Travis Clausen-Knight (International Guest Artist), Maria Eichwald (International Guest Artist), Nicoletta Manni (Teatro alla Scala, Milano), Yasmine Naghdi (The Royal Ballet, Londra), Madoka Sugai (Hamburg Ballet, Amburgo), Casia Vengoechea (International Guest Artist). E soprattutto Roberto Bolle: létoile dei due mondi, assoluto protagonista e direttore artistico del gala, ha ricevuto un’autentica ovazione e il riconoscimento unanime di “Re della danza” in una Reggia in cui si è sentito a casa.

Roberto Bolle incanta il pubblico della Reggia

Il viaggio è stato accompagnato dalle sonorità del pianista Marcelo Spaccarotella e dalle musiche di Wim Mertens, Sergej Rachmaninov, Ezio Bosso, Riccardo Drigo, Ludwig Minkus, Léo Delibes, Jules Massenet, Soundwalk Collective, Alessandro Quarta. n un programma che ha saputo unire divertimento e dramma, ironia ed eleganza, innovazione e tradizione: Tre Preludi (coreografia di Ben Stevenson, O.B.E), Il corsaro (coreografia di Marius Petipa), Les Indomptés (coreografia di Claude Brumachon e ripresa coreografica di Benjamin Lamarche), Don Chisciotte (coreografia di Marius Petipa), In Your Black Eyes (coreografia di Patrick de Bana), Coppelia (coreografia di Arthur Saint-Léon), Thaïs (balletto di Roland Petit), “I” (coreografia di Philippe Kratz), Sphere (coreografia di Mauro Bigonzetti, set e light designer di Carlo Cerri e realizzazione grafica di OOOPStudio).

Credit Photo Andrey Uspenski

«Un’Estate da RE, quest’anno, con la disponibilità e collaborazione della Regione Campania, si è inserita nell’ampio programma delle Celebrazioni vanvitelliane per i 250 anni dalla morte del maestro Luigi Vanvitelli – ha dichiarato il direttore della Reggia di Caserta, Tiziana Maffei –. La rassegna si è aperta con una intervista impossibile di Franco Zeffirelli a Vanvitelli, due personaggi poliedrici. Vanvitelli era ingegnere, architetto ma anche un fine musicologo, tanto da realizzare il Teatro di Corte della Reggia di Caserta, vero gioiello di raffinata bellezza. Proseguiamo con l’incantesimo della danza, un linguaggio dell’arte che ha mostrato di poter valorizzare al meglio le suggestioni spaziali della Reggia.»

Tiziana Maffei è stata anche invitata ai microfoni di Radio Monte Carlo, radio ufficiale di Un’Estate da Re, che trasmette dalla Reggia di Caserta in concomitanza degli eventi in cartellone. Rosaria Renna, in collegamento con Laura Ghislandi dagli studi di Milano, ha raccontato in diretta l’atmosfera magica della rassegna e l’immensa bellezza del territorio anche attraverso la voce dei protagonisti. In occasione del doppio concerto di Zucchero “Sugar” Fornaciari, lunedì 24 e martedì 25 luglio dalle ore 20 alle 21 andrà in onda il racconto dell’evento con Rosaria Renna e Maurizio DiMaggio (FM 98.6 – radiomontecarlo.net).

Un’Estate da RE tornerà il 3 agosto con Plácido Domingo e altre imperdibili star internazionali della musica.

Un’Estate da RE + campania>artecard

In abbinamento al biglietto per gli spettacoli sarà possibile acquistare a un prezzo speciale (20 € per la versione ordinaria e 10 € per quella under 25) l’Artecard 365 lite, il pass a tiratura limitata promosso da campania>artecard che offre l’opportunità di visitare 34 luoghi della cultura della Campania, tra cui la Reggia di Caserta, il Museo Archeologico di Napoli, i parchi archeologici di Pompei, Ercolano e Paestum. (campaniartecard.it)

Reggia Speciale – Un’estate da RE

I possessori del biglietto di uno degli spettacoli di Un’Estate da RE avranno diritto all’ingresso alla Reggia di Caserta a un prezzo agevolato ed esclusivo (10 €), nel periodo compreso tra il 20 luglio e il 5 agosto. (unestatedare.it)